D-NOSES e gli obiettivi di sviluppo sostenibile
Dicembre 23, 2020
Gestione degli odori: un limite paneuropeo di odori?
Febbraio 17, 2021

Più di 100 persone contribuiscono a D-NOSES e OdourCollect in Cile e Colombia

D-NOSES collabora con Science for Change, Ecotec e AMIGO durante la Hispanic Odor Conference (OLORES19)

Il processo partecipativo e di co-creazione sono la chiave per un cambiamento reale e costituiscono una delle basi metodologiche di D-NOSES. Durante "Seminario internazionale sulla gestione degli odori"Tenutasi a Cali (Colombia) il 20 e 21 novembre 2019 e durante la Hispanic Odor Conference (OLORES19), tenutasi a Santiago del Cile il 26 e 27 novembre 2019, più di 100 persone hanno contribuito con suggerimenti per la co-creazione di contenuti per il Osservatorio internazionale degli odori e il co-design di OdourCollect app.

I partecipanti, in rappresentanza della quadrupla elica, provenivano principalmente dal settore pubblico (36%) e privato (59%), ma anche con rappresentanza accademica (3%) e cittadini (2%). I diversi profili sono stati suddivisi in: responsabili delle industrie emittenti, esperti in ricerca e monitoraggio degli odori ambientali, autorità ambientali che garantiscono la conformità normativa per il benessere delle comunità e cittadini colpiti da inquinamento da odori.

Partecipando al seminario, le persone hanno cercato formazione e affrontato il problema sull'attuale contesto nazionale e internazionale dell'inquinamento da odori. In questo modo, hanno voluto contribuire al miglioramento della gestione degli odori sgradevoli e raggiungere così soluzioni ambientali.

Uno dei partecipanti afferma che, in qualità di responsabile della gestione ambientale di un'attività che emette odori, oltre a coinvolgere il pubblico, deve monitorare l'aspetto della generazione di odori.

“Ci sono industrie che si occupano di mitigare e controllare l'inquinamento da odori. Grazie alla partecipazione dei cittadini, possiamo sapere come le persone colpite percepiscono l'impatto degli odori e promuovono spazi di dialogo, consentendo così la loro partecipazione attiva alla gestione ".


Workshop di co-creazione attorno all'Osservatorio Internazionale degli Odori

La partecipazione dei partecipanti comprendeva diversi argomenti, dai tipi di formazione che stavano cercando, suggerimenti per il miglioramento nell'app OdourCollect, mappe che sperano di trovare nell'Osservatorio Odour agli elementi di comunicazione. Gran parte dei partecipanti ha anche mostrato interesse a conoscere l'evoluzione della legislazione sugli odori in altri paesi.

“Sia in Colombia che in Cile esistono normative e standard specifici sugli odori, che differiscono dalla situazione in alcuni paesi del consorzio D-NOSES, come Spagna, Portogallo o Grecia. Il livello di interesse per i seminari è stato entusiasmante e il grado di sviluppo normativo in materia di odori per la protezione dei cittadini, sia in Colombia che in Cile, impressionante. Sono molto più avanzati rispetto alla maggior parte dei paesi europei in questo senso ", afferma Rosa Arias, Coordinatore D-NOSES e CEO di Scienza per il cambiamento.

I risultati di questo processo di co-creazione collettiva si sono riflessi nello sviluppo di OdourObservatory e OdourCollect, seguendo l'approccio metodologico bottom up D-NOSES, che consente il contributo degli attori della quadrupla elica nel processo.




Di Karinna Matozinhos, di Science for Change

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati con *

Bulgarian BG Catalan CA English EN French FR German DE Greek EL Italian IT Portuguese PT Spanish ES